Il gusto della storia: CHE DONNE STRAORDINARIE LE MANTOVANE!

3 Giu 2020 Il gusto della storia: CHE DONNE STRAORDINARIE LE MANTOVANE!

IL GUSTO DELLA STORIA: CHE DONNE STRAORDINARIE LE MANTOVANE!

a opera di: Cristiana Manzelli – Guida Turistica Abilitata

Che donne straordinarie le mantovane!

(native o acquisite dalle origini al “700 )

Oggi parliamo di donne immortalate nella storia di Mantova. Mantova nasce con un fiocco rosa , una donna di origine etrusca di nome Manto si insediò nelle terre paludose del Mincio lasciando il nome alla città  da lei fondata “Mantova “.

Un salto di secoli ci porta alla gran contessa Matilde di Canossa, una donna forte, coraggiosa, intraprendente , una vita privata di profonda infelicità,  due matrimoni imposti pur di garantire il crescente potere della sua famiglia. Cattolica si schierò  a fianco del papa nella lotta delle investiture.

Ebbe interesse per le lettere e le arti, contribuì  ad arricchire il convento benedettino del Polirone in località  San Benedetto Po dove fu sepolta alla sua morte.

Il Rinascimento diventa femminile con Isabella D’Este moglie di Francesco I Gonzaga. Sedicenne arriva da Ferrara a Mantova , nella famiglia Gonzaga entra una donna colta, intelligente, raffinata, amante di ogni espressione artistica, esigente e un po’  capricciosa. Accoglie con grande entusiasmo artisti come Tiziano e Leonardo che realizzano alcune delle più straordinarie  opere presenti nella collezione Gonzaga.

Esperta di ” alta moda ”  era considerata la donna più elegante del tempo  ,da fare invidia alle francesi.

Ideò  un particolare copricapo realizzato con capelli posticci, nastri, tessuti, gioielli per apparire più  alta della sua modesta altezza  , la vanitosa!

Ricordiamo Eleonora de Medici cugina in primo grado di Vincenzo I Gonzaga che per averla sposa in seconde nozze dovette sottoporsi alla boccaccesca ” prova di virilità  pubblica “.

Alla fine della dinastia gonzaghesca  nel settecento a Mantova governeranno gli Asburgo d’Austria.

In questa famiglia una donna ebbe un enorme potere l’imperatrice Maria Teresa , tra i suoi titoli  fu anche granduchessa di Mantova. In città le è  stato dedicato un luogo di cultura straordinario la biblioteca Teresiana dove sono custoditi  miglia di testi antichi e rari.

Parleremo tanto di donne durante la vostra visita a Mantova, parleremo di amori, passioni, curiosità, aneddoti ma tutto questo lo rimandiamo al nostro incontro.

Grazie per la vostra attenzione

Cristiana Manzelli

Cell. 3385034855

Mail Info@iviaggidicrita.it