Il gusto della storia: Il teatro Bibiena

20 Mag 2020 Il teatro Bibiena

IL GUSTO DELLA STORIA: Il teatro Bibiena

a opera di: Raffaele Bertolini – Guida Turistica Abilitata

Mantova…….

città delle belle donne, della “Tor dal Sucar, della Sbrisolona, dei tortelli di zucca……..

ma anche dell’arte, del rinascimento, di Andrea Mantegna, di Giulio Romano e soprattutto dei Gonzaga, grande e potente famiglia che governò Mantova per circa quattrocento anni che ha lasciato in città un grande segno artistico, culturale, gastronomico.

Il divertimento era un’aspetto importante alla corte dei Gonzaga e soprattutto il teatro!

Diversi ne avevano all’interno della corte, uno per  la musica uno per la prosa. Vincenzo I Gonzaga agli inizi del seicento addirittura volle per se una sua compagnia personale che divenne così famosa che era richiesta poi  da tutte le corti europee dove eccelse tra questi comici un famoso Arlecchino, istrione, funambolo, comico eccellente: Tristano Martinelli.

Ormai questi teatri importanti di quei tempi ora non ci sono più, ma ne rimane ancora uno, bellissimo, quasi nascosto, nel centro storico della città, gioiello barocco non più del tempo dei Gonzaga ma del periodo Austriaco: il teatro “Bibiena o teatro scientifico” a pianta a campana fornito di graziosi palchetti, ornato con statue che ricordano i maggiori personaggi della città e inaugurato dal grande Amadeus Mozart allora adolescente.

In genere io essendo anche attore di teatro, termino la giuda della città e dei suoi monumenti proprio in questo piccolo teatro dove, in ricordo del grande Arlecchino mantovano,  interpreto questo personaggio con una scena tratta da una famosa commedia di Carlo Goldoni: la scena della Lettera, che ho interpretato in diversi teatri italiani e europei.. buon divertimento e…arrivederci nonostante i tempi!!!!

Raffaele Bertolini Spina  3384130863