Cibo e Vino: Tazio Bianco e Capunsei

3 Mag 2020 tazio bianco fermo

TAZIO BIANCO E CAPUNSEI.

Oggi parliamo di Un ‘altra  De.C.O. la Denominazione Comunale d’Origine del territorio Mantovano, precisamente del comune di Volta Mantovana: I Capunsei.
I capunsei, detti anche “gnocchi di pane”, dalla forma cilindrica affusolata, sono un tipico prodotto della tradizione contadina mantovana, molto sostanzioso, che può essere consumato in brodo o asciutto e condito con burro fuso e salvia.

Una ricetta antichissima portata nella zona di Volta Mantovana e delle colline moreniche da emigranti tirolesi, assimilabili pertanto ai canederli (in tedesco Knödel) per l’utilizzo di uguale materia prima.

Quale riscoperta della cucina povera, dopo la seconda guerra mondiale, il capunsel cominciò ad essere servito anche nelle osterie e quindi nei ristoranti. L’inserimento nel menu dei locali costituì la fortuna di questo particolare piatto, che è stato così valorizzato e riconosciuto dalla regione Lombardia.

La sua affermazione definitiva l’ha avuta proprio quando la Regione lo ha “nominato” prodotto protetto. La ricetta autentica del capunsel è venuta da una ricerca gastronomica che ha interessato tutti i paesi dell’Alto Mantovano.

Questa tipicità Mantovana consigliamo di abbinarla al nostro Bianco Fermo: TAZIO

Questo vino prende il suo nome da Tazio Giubertoni (in realtà, Giorgio, quarta generazione dell’azienda Giubertoni) chiamato cosi in quanto era figlio di Albertino (terza generazione) che era migliore amico del famosissimo pilota Tazio Nuvolari.

prodotto con uve Chardonnay e Trebbiano, si presenta con un colore giallo paglierino con spiccate note di frutta matura. In bocca si denota una buona acidità e minerali che aiutano a pulire la bocca e riequilibrano il palato.

BUON APPETITO!